Stop al Bilancio. M5S: "De Luca bocciato nuovamente dal Governo. Fatto grave"

“Le gravi anomalie riscontrate dal Consiglio dei Ministri sul ‘Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2017-2019 della Regione Campania’ sono un fatto gravissimo.

Tanto più grave in quanto accade raramente che un governo arrivi ad impugnare una legge di bilancio regionale. Il Governo amico ha certificato che il Presidente De Luca non rispetta la legge”. Lo dice la capogruppo del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino a proposito della bocciatura da parte del Consiglio dei ministri del documento economico della Regione. “De Luca con la sua avventurosa azione di governo - sottolinea Ciarambino - espone la Campania a rischi gravissimi e continua a sprofondare la nostra Regione nell’illegalità istituzionalizzata”. Sulla stessa linea il consigliere regionale Gennaro Saiello, componente della Commissione Bilancio che spiega: “Constato che in due anni è la seconda volta in pochi mesi che il Consiglio dei ministri impugna un atto legislativo della Regione Campania - sottolinea Saiello - un fatto preoccupante, che denota l'incapacità generalizzata di questa Giunta nell’affrontare i problemi ed espone pericolosamente la Campania al rischio paralisi”. “Secondo il Governo, l’amministrazione regionale avrebbe previsto la variazione in aumento della quota annua del disavanzo - evidenzia l’aspetto tecnico - anziché prevedere correttamente l'imputazione in bilancio del maggior disavanzo”. “Ciò che emerge - aggiunge il consigliere regionale - è lo scollamento istituzionale-politico tra il Governo nazionale e la Regione Campania, incapaci di trovare un'intesa. E a farne le spese saranno i cittadini”. “Il Movimento 5 Stelle si riserva - concludono Ciarambino e Saiello - una serie di iniziative a tutela dei cittadini campani”.


banner newsletter

Error: No articles to display