Campania. Ciarambino (M5S): "De Luca è stato sfiduciato dai campani. Occorre nuova fase"

“In un anno e mezzo di consiliatura è la seconda mozione di sfiducia all’operato del presidente De Luca che domani discuteremo in Consiglio regionale.

E’ un fatto gravissimo, la prova concreta dell'inadeguatezza di De Luca nel guidare un’importante regione come la Campania. È fortissima l’insoddisfazione dei cittadini che attraverso il ‘No’ al referendum costituzionale hanno con chiarezza certificato il loro impietoso giudizio morale e politico su De Luca, non all’altezza ad affrontare le gravi emergenze”. Lo dice la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino che aggiunge: “All'indomani della pubblicazione dell'audio dell'indegno incontro a porte chiuse di De Luca ne abbiamo chiesto le dimissioni, - sottolinea - abbiamo redatto una nostra mozione di sfiducia e chiesto alla magistratura di accertare la verità sulla condotta del presidente”. “Registriamo come nei giorni successivi De Luca, da abile manipolatore della comunicazione, ha tentato di sminuire i fatti gravissimi col suo solito sarcasmo - evidenzia - per banalizzare l’accaduto e nascondere l’induzione alla clientela con battute sulla frittura di pesce”. “Le parole sono incise in una registrazione che è agli atti - spiega - dove si parlava di fiumi di denaro pubblico e di usare il proprio ruolo istituzionale per chiedere voti a imprenditori e lobby della sanità privata”. “Fotografiamo con sconcerto il livello di degrado in cui De Luca e la sua maggioranza hanno fatto sprofondare le nostre istituzioni regionali - denuncia Ciarambino - si mettano l’anima in pace: finché il Movimento 5 Stelle sarà in Consiglio combatteremo e contrasteremo il sistema di potere deluchiano”. “La sfiducia non si vota domani in aula - fa notare la consigliera - la sfiducia l'hanno già votata i cittadini campani il 4 dicembre, una sfiducia a De Luca e al deluchismo, alla smania lottizzatrice della cosa pubblica, alle continue menzogne ai danni dei cittadini come i 200mila posti di lavoro nella pubblica amministrazione”. “De Luca è stato sfiduciato da quasi 2 milioni di campani - prosegue - Tra questi la maggioranza sono giovani a cui questa pessima amministrazione regionale sta negando ogni prospettiva di futuro”. “Il Movimento 5 Stelle - conclude Ciarambino - ha smascherato la favola del buon amministratore. Ora i campani sanno e non ne possono più di questo presidente padrone”.


banner newsletter

Error: No articles to display