Ambiente. Muscarà (M5S):"Sulla Terra dei Fuochi occorrono fatti concreti"

Categoria: Articoli home

“Constatiamo che nel corso dell’incontro in Prefettura sulla cosiddetta emergenza ‘Terra dei Fuochi’, il presidente De Luca ha illustrato una buona parte della nostra mozione ‘rafforzamento delle azioni regionali per la terra dei fuochi’ che abbiamo depositato a luglio per sollecitare la Giunta ad affrontare concretamente i problemi degli incendi dolosi”.

Lo dice la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà, segretaria della Commissione ‘Terra dei Fuochi’ commentando l’esito della riunione tenuta stamane in Prefettura : “A nostro parere nella Task force dedicata alla prevenzione e contrasto del fenomeno dei roghi - sottolinea - dovrebbero far parte anche l’Arpac con personale altamente specializzato e distaccato solo per la Terra dei Fuochi e funzionari dell’Agenzia delle entrate. Siamo sempre più convinti che oltre ai reati ambientali la ‘Terra dei Fuochi’ riguardi reati finanziari”. “Ci allarmano i discorsi sui siti di stoccaggio e di trasferenza - evidenzia - occorre anche su quest’argomento fare chiarezza e dettagliare le modalità d’azione. Gli interventi devono essere sempre finalizzati al massimo nel differenziare il rifiuto bruciato e non raccogliere e ammucchiare indistintamente cumuli dove poi non è più possibile suddividerli”. “Se qualcuno pensa o immagina così facendo di catalogare il tutto come rifiuto inertizzato - sottolinea - per poi buttarlo agevolmente nelle cave si sbaglia di grosso”. “Il Movimento 5 Stelle ha depositato la propria mozione per sollecitare il Governo della regione ad attivarsi e non avere più tentennamenti sulla ‘Terra dei Fuochi’ - conclude Muscarà - invitiamo De Luca e Bonavitacola a prendere spunto dal lavoro che altre regioni hanno fatto sul tema dell’emergenza ambientale stilando e sottoscrivendo dei protocolli d’intesa molto stringenti dove gli Enti coordinano le attività e gli interventi”.


banner newsletter

Error: No articles to display