De Luca non racconta la verità sui 'suoi' 4 vigili promossi dirigenti. Malerba (M5S): "E' il giallo dell'estate"

Categoria: Articoli home

“De Luca in Consiglio regionale in riferimento ai 4 vigili urbani di Salerno distaccati con decreto presso la segreteria del presidente non ha raccontato tutta la verità. De Luca li ha definiti ‘addetti della segreteria’ smentendo che fossero alla stregua di dirigenti e quindi retribuiti con uno stipendio alto”.

Lo dice il capogruppo del Movimento 5 Stelle Tommaso Malerba che entra nella polemica a gamba tesa : “De Luca con proprio decreto il 9 marzo 2016 stabilisce che ai responsabili della sua segreteria spetta un emolumento accessorio di 46mila euro e inoltre un trattamento economico da funzionario per una somma che ammonta a circa 70 mila euro annui e come se non bastasse stabilisce che nella sua segreteria i responsabili devono essere 5 altro che risparmi e lotta agli sprechi - spiega- il giorno seguente - con grande tempistica - con appositi decreti vengono ‘arruolati’ i famosi 4 agenti della polizia municipale di Salerno e una segretaria”. “Al Movimento 5 Stelle risulta che i 4 vigili non sono semplici addetti di segreteria come dice De Luca ma responsabili come si evince chiaramente dai decreti di nomina e delegati - sottolinea - ai rapporti con la conferenza Stato-regioni, alla Conferenza unificata e agli organi legislativi; ai rapporti con i consiglieri regionali (a loro insaputa), ai rapporti con l’ufficio di presidenza del Consiglio regionale e ai rapporti con strutture regionali e strutture locali”. “Pare di capire che le divise salernitane sono tutto tranne che semplici addetti - evidenzia - tanto è vero che ricoprono ruoli che prevedono indennità di base come funzionario e poi un emolumento accessorio pari alla retribuzione di posizione prevista per i responsabili di unità operativa dirigenziale cioè quella dei dirigenti”. “Questa vicenda è singolare ed i colpi di sole c’entrano davvero poco - prosegue Malerba - Durante il Consiglio regionale del 28 luglio uno sdegnato De Luca torna sulla vicenda e riferendosi ai suoi vigili, li difende a spada tratta, ribadisce che si tratta di semplici addetti della segreteria ribadendo che ‘non sono dirigenti, non fanno compiti di guida, non hanno stipendi di dirigenti. E’ tutto falso. Sono personale di segreteria che si assume anche il compito di guida’”. “Insomma questi 4 vigili tra le loro mansioni fanno o non fanno il servizio di guida? - si chiede Malerba - e se non fanno nulla di tutto questo come addetti della segreteria del presidente cosa realmente fanno?. E’ un mistero fitto, un giallo di mezza estate”. “Volendo proprio spaccare il capello in quattro – chiosa Malerba – c’è una contraddizione dei termini ossia c’è un responsabile ai rapporti con i consiglieri regionali e un responsabile ai rapporti con l’ufficio di presidenza, quest’ultimo composto di parte degli stessi consiglieri”. “C’è una chiara sovrapposizione di stesse funzioni – riflette – tra l’altro nessun consigliere sa dell’esistenza di questi due responsabili pardon addetti”. “Credo che sia giusto che De Luca spieghi un po’ di cose - – conclude Malerba – In ballo ci sono soldi pubblici e fatti come dichiara lo stesso De Luca in contrasto con l’ordinamento : i vigili di Salerno se retribuiti come dirigenti non sono addetti di segreteria né possono fare da autisti. Allora di cosa sono responsabili? Resta il giallo dell’estate”.


banner newsletter

Error: No articles to display