Saiello: “Barriere architettoniche nelle stazioni ferroviarie EAV, depositata interrogazione”

“Questa mattina ho depositato un’interrogazione alla giunta regionale per chiedere di intervenire con urgenza sulla sentita problematica delle barriere architettoniche presenti nelle stazioni ferroviarie gestite dall'Ente Autonomo Volturno (EAV).

Attualmente delle 92 stazioni delle linee ex circumvesuviana soltanto 27 sono regolarmente accessibili in maniera indipendente. Tra quelle che risultano non accessibili, in quanto prive di ascensori, rampe e montascale, figurano alcune delle principali stazioni della rete come Napoli Piazza Garibaldi, Ercolano scavi e Pompei. In questi scali le persone con ridotta mobilità non possono utilizzare i mezzi pubblici per andare al lavoro, a scuola, o viaggiare, senza dover ricorrere ad un’assistenza. Richiedere un supporto speciale, inoltre, rappresenta un notevole disincentivo all’utilizzo dei mezzi da parte di questa categoria di viaggiatori”. Denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Gennaro Saiello. “Il piano di investimento nell’ambito del Programma “Smart Station”, a valere sui fondi FSC 2014/20, rivolge particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche per favorire l’accessibilità agli utenti diversamente abili ma ad oggi nessuno dei lavori indicati dal piano risulta avviato. Per queste ragioni - conclude Saiello - ho chiesto alla giunta regionale di intervenire tempestivamente su queste carenze che violano i più elementari diritti di accesso alla mobilità dei cittadini campani e lo sviluppo economico e sociale dell’intera regione”.