Cammarano: “Nessuna ambulanza rianimativa all’Ospedale di Agropoli, a rischio la sicurezza di 90 mila abitanti”

“Dal 1° luglio presso l’Ospedale di Agropoli non è più attiva l’ambulanza rianimativa.

Nel delicato momento della stagione estiva, il provvedimento dell’Asl di Salerno mette a rischio la sicurezza e l’accessibilità ai servizi sanitari di 90 mila abitanti. Il territorio di Agropoli presenta una notevole estensione e fa registrare, in questi mesi, una significativa affluenza turistica, per cui dover fare affidamento sul presidio di Vallo della Lucania per le emergenze comporta notevoli difficoltà, anche in considerazione delle non ottimali condizioni di viabilità e dei lunghi tempi di percorrenza. Questa carenza colpisce in particolar modo il territorio di Capaccio, dove è presente un unico medico presso il locale presidio sanitario ed è privo di ambulanze rianimative e di guardia medica”. Dichiara il Consigliere regionale del Movimento 5 stelle Michele Cammarano, che ha presentato un’interrogazione a risposta scritta. “Ho chiesto alla giunta di prevedere misure urgenti per ripristinare la presenza permanente di un'ambulanza per la rianimazione nell'area e assicurare che la popolazione possa ricevere assistenza tempestiva e adeguata in caso di emergenze mediche. Bisogna mettere in campo misure correttive immediate per affrontare le lacune nel servizio sanitario - conclude Cammarano - soprattutto nei comuni dell’area cilentana”.