Saiello: “Caro prezzi, dalla Campania le misure a sostegno di famiglie e imprese”

“La Campania diventa regione modello per dar vita a soluzioni contro il rincaro dei prezzi di energia e beni di prima necessità, che stanno mettendo in ginocchio l’economia nella nostra regione come nel resto del Paese.

A epilogo di un lavoro che stiamo portando avanti insieme alla Giunta regionale, nell’ambito delle iniziative della Commissione che presiedo, e alla luce dei tavoli e delle audizioni tenute con i rappresentanti di tutti i comparti produttivi, dei consumatori, della Guardia di Finanza e delle Prefetture, oggi abbiamo votato all’unanimità una risoluzione che impegna la Regione a mettere in campo iniziative tese a sostenere le imprese e le famiglie. Provvedimenti che da un lato puntano a individuare risorse e misure per evitare la chiusura di attività che con estrema difficoltà stanno provando a rialzarsi dopo i colpi sferrati dall’emergenza sanitaria, dall’altro vogliamo evitare che l’attuale situazione emergenziale, alimentata dalla crisi internazionale in corso, diventi il pretesto per dare vita a manovre speculative”. Lo annuncia il presidente della IV Commissione speciale regionale Industria 4.0 e consigliere regionale M5S Gennaro Saiello, a margine della votazione all’unanimità della proposta di risoluzione. “La risoluzione che abbiamo approvato oggi – spiega Saiello - è la sintesi di un dossier che abbiamo elaborato e condiviso con tutte le parti interessate. Con questo atto e in sinergia con la Giunta regionale, puntiamo a istituire un tavolo tecnico permanente con consumatori, imprese, Prefettura e Guardia di Finanza, per monitorare l’andamento dei prezzi e mettere in campo ogni misura possibile di sostegno ai comparti in difficoltà. Vogliamo lavorare per intercettare fondi a sostegno delle imprese nella riconversione degli impianti energetici, così da incentivare l'utilizzo di energie alternative e abbattere i costi delle bollette. Puntiamo a favorire check up energetici gratuiti per le piccole e medie imprese e per le microimprese, con appositi bandi mirati a consentire il miglior risparmio energetico. Stiamo studiando la possibilità di stipulare una convenzione con l’Associazione Banche Italiane (ABI) della Campania, per offrire condizioni agevolate alle aziende che non riescono a sostenere il pagamento delle bollette. Dobbiamo inoltre tendere una mano alle famiglie, prevedendo la possibilità di erogare bonus per i nuclei in condizioni di disagio. Dopo la recessione provocata dal Covid – conclude il presidente della IV Commissione speciale - abbiamo il dovere di fare squadra e lavorare a testa bassa per evitare che l’attuale crisi sferri il colpo di grazia all’economia della nostra regione”.