Sanità, sopravvivere in Campania. Dibattito con esperti sulle proposte a firma M5S

Il fenomeno delle aggressioni al personale medico sta assumendo in Campania connotati sempre più drammatici.

L’impegno del Movimento 5 Stelle, a tutti i livelli istituzionali, è a un passo dal tradursi in risultati che costituiranno un argine a quella che rischia di sfociare in una vera e propria mattanza. Impegno che ha già portato alla formulazione di una proposta di riforma del servizio di emergenza urgenza in Parlamento e all’attivazione in Campania, grazie una norma a firma M5S approvata all’unanimità, del servizio di geolocalizzazione per le chiamate in arrivo al 118. Ne parleremo venerdì 7 febbraio, a partire dalle 14.30, al Circolo Rari Nantes, in via Scogliera Santa Lucia a Napoli. Promosso dalla capogruppo regionale M5S e facilitatrice nazionale Sanità Valeria Ciarambino e dalla senatrice e capogruppo M5S in Commissione Igiene e Sanità Maria Domenica Castellone, al convegno prenderanno parte il viceministro alla Sanità Pierpaolo Sileri, e il presidente del Sis 118 Mario Balzanelli. Tra i relatori, il coordinatore regionale Anpas Egidio Ciancio, il portavoce Fnopi Nicola Draoli, il presidente di “Nessuno tocchi Ippocrate” Manuel Ruggiero e l’avvocato Carlo Spirito di Federconsumatori. Sarà presente anche Oliver Comte, patrigno di Simon Gautier, il giovane francese deceduto durante un’escursione in Cilento nell’attesa dei soccorsi.


banner newsletter

Error: No articles to display