De Luca, come un ducetto, minaccia provvedimenti contro il Ministro Grillo

“E’ tale il terrore che De Luca ha di mostrare lo sfascio della sanità campana sotto la sua gestione che, dopo aver dato disposizioni ai direttori generali di impedire le visite di esponenti istituzionali negli ospedali, è arrivato addirittura ad annunciare provvedimenti disciplinari dopo l’ispezione del ministro Grillo nei nosocomi di Avellino e Ariano Irpino.

Secondo De Luca il ministro per la Salute non potrebbe agire nell’esercizio delle sue funzioni e alla luce di reiterate segnalazioni su criticità e disservizi negli ospedali irpini. Abituato com’è a passerelle elettorali nei reparti che va a inaugurare dopo poco più di un’imbiancata, De Luca non ammette che tra i doveri di un rappresentante di Governo c’è anche quello di verificare coi propri occhi lo stato di precarietà in cui versano le strutture sanitarie della Campania”. Così la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino. “Non è con le sue ridicole minacce – sottolinea Ciarambino - che De Luca ci impedirà di denunciare il disastro in cui ha precipitato la sanità regionale. Non ci è riuscito quando ha provato a mettere il bavaglio alla Commissione Trasparenza, non ci riuscirà oggi con una banale velina inviata a dirigenti e manager. Né a noi né tantomeno a un ministro della Repubblica questo personaggio peggiore di un ducetto riuscirà a impedirci di fare il nostro dovere istituzionale, smascherando le sue malefatte e restituendo dignità alla sanità regionale per il bene dei nostri cittadini”.