Ambiente. Muscarà (M5S): “In tutta Italia piantiamo alberi, a Napoli il Comune fa disboscare il parco Mascagna”

“Una vera e propria ‘festa all’albero’, ma nel senso peggiore del termine, è stata celebrata all’interno del Parco Mascagna. Appena una giornata è bastata per mettere fine alla vita di alberi decennali e fare di giardinetti fiore all’occhiello di un quartiere e di una città, un vero e proprio deserto”.

E’ quanto denunciato della consigliera M5S Marì Muscarà, alla luce del taglio, consumatosi in queste ore, di numerosi lecci nel parco pubblico di via Ruoppolo. “Il Comune di Napoli – ha sottolineato Muscarà - ha scelto la via più facile per risolvere alla radice, è il caso di dirlo, un pericolo derivante da una scarsa manutenzione. Una negligenza all’origine di una tragedia sfiorata nei mesi scorsi, quando un ramo cadde su una giostrina che, per fortuna, in quelle ore non era occupata da nessun bambino. Sarebbe bastato recintare l’area, provvedere alla potatura degli alberi che si sarebbero potuti salvare e spostare le giostrine in un’area lontano da ogni fonte di pericolo”. “Nei giorni in cui 63 in Comuni d’Italia il Movimento 5 Stelle si sta rendendo protagonista di iniziative per la piantumazione di 23.579 alberi, nella nostra città assistiamo a un tale scempio. Quella di oggi – conclude Muscarà – è l’ennesima decisione messa in atto da un’amministrazione che non solo ha mostrato ampiamente, in questi anni, la sua totale incapacità di progettazione, con decisioni come quella di disboscare letteralmente un’importante area verde, ma ha dimostrato anche di non avere alcuna cura per beni di interesse pubblico i cui unici proprietari sono e restano i cittadini che ne usufruiscono”.