Campania. Saiello (M5S): "Crisi salumificio San Vitaliano, no al licenziamento dei lavoratori"

“Siamo accanto ai lavoratori dello storico salumificio Spiezia di San Vitaliano che da giorni protestano per difendere il futuro dell’importante stabilimento produttivo che i proprietari hanno intenzione di mettere in liquidazione”.

Lo dice Gennaro Saiello, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale della Campania che depositerà a breve un'interrogazione e una richiesta di audizione presso la Commissione Attività Produttive e Lavoro, al fine di instituire un tavolo di concertazione istituzionale risolutivo con i lavoratori e l'azienda. “Occorre cercare con urgenza una soluzione di buon senso - sottolinea Saiello - dobbiamo scongiurare la chiusura del sito produttivo ed evitare le inevitabili e gravissime ripercussioni sui posti di lavoro”. “Questo è il motivo che ci ha spinto a seguire le varie fasi di questa vertenza - continua il consigliere regionale - stamattina ho partecipato al corteo e al presidio degli 80 lavoratori dello stabilimento e all’assemblea che si è tenuta nell’aula consiliare del comune di San Vitaliano”. “L’azienda sta vivendo da alcuni mesi delle difficoltà - aggiunge - parliamo di uno stabilimento rilevante che ha un mercato ben definito e importanti clienti”. “Le difficoltà di liquidità economica hanno messo a repentaglio la produzione e l’attività - evidenzia Saiello - crediamo che esistano dei margini per far rientrare la crisi ma la proprietà deve palesare quali siano le reali intenzioni”. “La Regione Campania e il Mise possono fare tanto - spiega - per questa ragione il Movimento 5 Stelle si sta muovendo a tutti i livelli istituzionali per cercare una possibile soluzione”. “Lo stabilimento dello storico salumificio costituisce un importantissimo volano economico e di sviluppo dell’intero territorio - conclude Saiello - è responsabilità soprattutto della Regione Campania attivarsi affinché un importante attività produttiva continui a contribuire a creare ricchezza a San Vitaliano e non solo”.