Caos trasporti, si rischia la vita

Categoria: Archivio articoli

“Il deragliamento del  treno della Cumana altro non è che l'ennesima prova dello stato disastroso in cui versa il trasporto pubblico in Campania. Cosa aspetta la Giunta De Luca a porre rimedio e mettere in sicurezza i viaggiatori?”.

Lo dice Tommaso Malerba, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e componente della commissione trasporti. “Disservizi costanti, corse in ritardo o peggio ancora soppresse - afferma - certificano il fallimento della gestione Caldoro-De Luca in una perfetta continuità. Dov'è la svolta rivoluzionaria tante volte sbandierata da De Luca?”. “Se è vero che occorrono almeno tre anni per vedere i primi risultati, dobbiamo forse aspettarci tre anni ancora di difficoltà? - attacca - Sarebbe auspicabile che il presidente dell'Eav, Umberto De Gregorio, pensasse di più alle criticità di un'azienda al collasso e meno alle iniziative di propaganda polita che interessano il suo partito, alle prese con le beghe interne delle primarie per le elezioni al Comune di Napoli”. “I treni sui quali i cittadini viaggiano ogni giorno per recarsi al lavoro o all'università sono vecchi e senza manutenzione e per lo stato in cui versano bisogna solo sperare che non accadano altri incidenti. Noi abbiamo presentato un emendamento al collegato al bilancio – conclude - con il quale chiediamo alla Regione di istituire un fondo di 50 milioni di euro l’anno per la manutenzione del materiale rotabile, con risorse che siano destinate al rinnovamento e ammodernamento di impianti obsoleti di tutta la locomozione su ferro. E' una questione di garanzia del diritto alla mobilità e della sicurezza dei cittadini”. “Aspettiamo ancora una risposta all'interrogazione – fa sapere Luigi Cirillo, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle - con la quale chiedevamo, in tempi non sospetti, proprio quali iniziative De Luca intende intraprendere per garantire la sicurezza dei pendolari sui convogli e per assicurarne l'incolumità”.